Creature simili
Il dark a milano negli anni ottanta

“Mentre il punk urlava fuori, il dark urlava dentro.”

Erano dark, ma quelli più impegnati politicamente preferivano definirsi Creature simili. Simili ai punk, anche loro in lotta con un presente nero come i vestiti che indossavano, con la stessa ansia di sperimentare stili di vita alternativi. Simili, non uguali: perché ai ragazzi e ragazze oscuri il punk andava stretto, e il distacco li portava a cercare nella musica e nell’abbigliamento – ma anche nella letteratura, nell’arte, nel cinema – nuove identità e modi di stare insieme.
Creature simili racconta e analizza, per la prima volta in Italia, la più folkloristicamente nota – e meno seriamente compresa – tra le subculture urbane degli anni ottanta. Dialoga con i protagonisti di quella stagione, interpellando testimoni privilegiati come musicisti (l’ex Bluvertigo Andy, i 2+2=5, Garbo), Dj (Pino Carafa dell’Hysterika, Roy del Rainbow) e animatori culturali (Angela Valcavi, fondatrice della prima fanzine dark “Amen”, ed Emanuela Zini di “Batty’s Tears”).
Dal Leoncavallo alle discoteche come l’Hysterika e il Viridis, dalle periferie ai ritrovi come la Fiera di Sinigaglia, dagli scontri con paninari e skin alle trasferte verso i Funeral Party, le loro parole regalano panoramiche sulla Milano schizofrenica degli anni ottanta. E rivelano quanto il dark di allora abbia influito sul contemporaneo.

Guarda il booktrailer

Illustrazione di copertina Ambra Garlaschelli

pp. 320, illustrato • 2013
ISBN
978-88-95029-72-6
Ordinabile tramite sito, in libreria dal 6 novembre

Iniziative

Venerdì 2 dicembre 2016 @ Museo del Manifesto Cinematografico • Milano
Venerdì 29 luglio 2016@ Parco Beldì • Oleggio
Venerdì 4 marzo 2016 @ Xanadù Circolo Arci • Como
Domenica 13 dicembre 2015@ Teatro Nuovo di Capodarco • Capodarco di Fermo

Vedi anche

D di Repubblica, il manifesto, il Giorno, Rolling Stone

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su qualsiasi link in questa pagina, dai il tuo consenso al loro utilizzo.

Non usiamo analitici... Clicca per più informazioni