cop_reed.indd
 14,00
11,90
Vai al prodotto nello shop Scarica un estratto
Leggi le recensioni

Tags:


Facebook:
Twitter:
Google+:

Giorgio Rimondi

Il grande incantatore

Per Ishmael Reed

Reed è probabilmente il più fantasioso e sfrenato romanziere americano dei nostri anni, il creatore di universi tratti dai media, ma rielaborati in modo non conciliante, esplosivo, esilarante.

Originario del Tennessee, cresciuto a Buffalo e residente a Oakland, California, da quasi cinquant’anni Ishmael Reed è una delle più rilevanti e controverse figure del panorama culturale statunitense. Ha infatti pubblicato il suo primo romanzo (The Freelance Pallbearers) nel 1967, quando era membro dell’Umbra Writers Workshop, un collettivo di giovani scrittori afroamericani che ha contribuito alla fondazione del Black Arts Movement.
Poeta e performer, saggista, editore, animatore culturale e autore del famoso Mumbo Jumbo, a parere di Max Roach egli sarebbe in ambito letterario ciò che Charlie Parker è stato nel campo jazzistico. La sua estetica “Neo-HooDoo” rilegge criticamente le dinamiche che hanno determinato la cosiddetta Black Aesthetic, sfidando i tradizionali canoni di giudizio e rimescolando le carte del pantheon afroamericano in senso multietnico.
Il grande incantatore intende colmare un vuoto nel panorama editoriale italiano, offrendo un ritratto di Ishmael Reed in occasione del conferimento del Premio internazionale Alberto Dubito di poesia con musica. La prima parte del volume raccoglie saggi che analizzano la figura e l’opera dell’autore da differenti angolature critiche; la seconda propone una scelta antologica, con testo italiano a fronte, che offre uno spaccato dell’intera produzione poetica. In segno di omaggio e riconoscimento i testi dell’antologia sono tradotti da poeti e autori italiani.

Ishmael Reed ha pubblicato nove romanzi, cinque raccolte di poesie e quattro di saggi, ha collaborato con nume-rosi musicisti e scritto testi per il teatro e la televisione. Docente a Berkeley, nominato per un Pulitzer e vincitore di diversi premi letterari (tra cui il MacArthur Fellowship e il L.A. Times Robert Kirsch Lifetime Achievement Award), è stato finalista del National Book Award sia per la prosa sia per la poesia.

Giorgio Rimondi vive a Ferrara. I suoi percorsi di studio contaminano dimensioni disciplinari diverse, dalla letteratura alla musica e dalla filosofia alla psicoanalisi. Tra le pubblicazioni più recenti: Il sogno del vampiro, Solfanelli 2015; Nerosubianco. Fenomenologia dell’immaginario jazzistico, Arcana 2015; Dal gotico al fantastico. Tradizioni, riscritture e parodieo, Cafoscarina 2015 (con Michela Vanon).

160 pp. • illustrato • 2016

ISBN 978-88-98922-26-0

Ordinabile tramite sito, in libreria il 13 ottobre 2016



I commenti sono chiusi.

Torna su ↑