stand
 15,00
12,80
Vai al prodotto nello shop Scarica un estratto
Leggi le recensioni

Tags:


Facebook:
Twitter:
Google+:

u.net

Stand 4 what

Razza, rap e attivismo nell’America di Trump

Stiamo ancora fissando negli occhi l’odio, lo stesso odio che dicono renderà di nuovo grande l’America. Common, Letter to the Free

Otto anni di Obama non hanno intaccato la crescente polarizzazione politica e sociale, ora l’amministrazione Trump vuole eliminare le paure dei bianchi sulla pelle di migranti, musulmani, donne, neri e coloro che non “meritano di vivere il sogno americano”.
In questo passaggio critico è fondamentale indagare il rapporto tra le esperienze di base e la loro produzione culturale, capire quali percorsi si stanno sviluppando nella ricerca di un nuovo immaginario black.
Stand 4 what è un viaggio nelle contraddizioni causate dalle politiche neoconservatrici, una riflessione sui movimenti radicali delle periferie e della provincia americana. A partire da Black Lives Matter, un fronte dissidente formato da giovani e sostenuto da una scena di artisti riscopre nel rap l’arma più potente.
Una raccolta di saggi e interviste ai protagonisti della scena hip hop: Common, Kendrick Lamar, Beyoncé, T.I., Nick Cannon, Childish Gambino, JayZ e molti altri.

Illustrazione di Napal naps

u.net, studia da anni la cultura hip hop, la storia black e i movimenti americani. Oltre al seminale Renegades of funk ha pubblicato sempre per Agenzia X <em>Bigger than hip hop e Louder than a bomb. Insieme a Paradise the Architect (X Clan) ha pubblicato No Half Steppin’ (Wax Poetics Books). È inoltre autore del documentario Unstoppable. Seguilo su: www.hiphopreader.it

pp. 272, illustrato • 2018

ISBN 978-88-98922-39-0

Ordinabile tramite sito, in libreria il 14 giugno 2018



I commenti sono chiusi.

Torna su ↑