Premio Dubito 2016



zentropia
 9,50
8,00
Vai al prodotto nello shop Scarica gratis
Leggi le recensioni

Tags:


Facebook:
Twitter:
Google+:

Adriano Barone

Zentropia

Sono l’Amputato. Medito sul vuoto e nel vuoto, nell’assenza di forma, nella forma assente, ora e sempre, al di fuori del tempo.

Italia, dopo la guerra civile. Un gruppo terroristico preferisce le pratiche contra-sessuali alle strategie paramilitari. Bea è la leader indiscussa, un’operazione d’alta chirurgia ha trasformato il suo corpo in un unico e libidinosissimo punto G. Lei e i suoi compagni sono pronti a contrastare la rigorosa morale della restaurazione. Ma non riusciranno mai ad attaccare con mitra e passamontagna il tempio della nuova religione che si diffonde per il paese: l’Asomatismo, i cui adepti si fanno amputare gli arti e meditano sul nulla, tentando di rimuovere il ricordo della realtà che gli sta attorno.
Tra ragazzini nazi chic malati di ultraviolenza, Retroambulanti nostalgici del passato e incapaci di guardare verso il futuro, Zentropia vi condurrà in un mondo grottesco, intrigante e assolutamente impossibile.

Pochi minuti nel futuro, un paese verso la sua rassegnata dissoluzione. Un’entropia zen.

Adriano Barone, ha pubblicato per Mondadori la raccolta di racconti Carni (e)strane(e) e per Asengard il romanzo Il ghigno di Arlecchino. Ha sceneggiato il cortometraggio Riflessi (selezionato al David di Donatello) e le graphic novel L’era dei titani, Tipologie di un amore fantasma e Bugs-Gli insetti dentro di me.

Illustrazione di copertina Maurizio Rosenzweig

COLLANA INCHIOSTRO ROSSO

pp. 128 • 2011

ISBN 978-88-95029-52-8



I commenti sono chiusi.

Torna su ↑