Premio Dubito 2016



baruffe-pastrocchi-oriz

Baruffe pastrocchi ricordi e scarabocchi

www.libreriamarcopolo.com, 23 febbraio 2013
+ Baruffe pastrocchi ricordi e scarabocchi
Questo manuale illustrato è bellissimo, già a partire dall’introduzione e anche da prima, dalla prima pagina, dove leggo:La collana [Teppe e Strambi] di Agenzia X per bambini e bambine strani con genitori e amici strani, con pochi soldi in tasca. Libri per affrontare l’avventura della crescita da un punto di vista inedito, creativo e ironico che richiama i più strambi stili di vita del nuovo millennio. […] La collana è rivolta ai bambini ma mira ad abbracciare tutte le età […]. Darsi il tempo e il respiro per la condivisione e il reciproco apprendimento.Poi Gorza, a capo, con Dora, di una brigata di trentaquattro strambi genitori e non, tra cui illustratori, burattinai, teatranti, stilisti, pittori, ricamatori, agricoltori combattenti belli, disegnatori viventi, disegnatori commercialisti, grafici, musicisti, scrittori, scrive:Crediamo che tutte le famiglie siano un pochino strambe, ma le nostre preferite sono quelle mooolto strambe, per intenderci quelle formate da lui, lei e i figli pelosi (con le orecchie e la coda), oppure lei, lui, i figli di lei, i figli di lui, gli ex e rispettivi partner, oppure lei, lui e lui, oppure lei, lei e i loro figli (come la mia), oppure lui, la figlia e la nonna, oppure lui, lui e l’amico, oppure lei, lui, i figli e gli amici dei figli, oppure… Insomma tutte le combinazioni possibili e immaginabili che resistono nel tempo, si sostengono vicendevolmente e crescono insieme con amore.E via! Con una miriade di illustrazioni e di racconti.
E via! Con una miriade di ricette di giochi da costruire e cucire con ciò che si trova in casa, tipo i rotolini di cartone della carta igienica quando è finita – per i quali anch’io ho una vera passione e ci faccio dei binocoli e dei bracciali, mentre la mia amica Elenina ci fa dei fantastici giochi per cani – vestiti da confezionare, dolcetti vegani da cucinare che non fanno male agli animali, biciclette da rendere spaziali, piante da conoscere, posizioni yoga da imparare, avventure da colorare, scherzi da fare. Insomma, tutto tranne che annoiarsi.
E via! Ricordi, sorrisi, idee, telefonate “ti ricordi quando…”, mani.
E via! Forbici, colla, fili, stoffa mentre tutti gli oggetti di casa gridano urrà!E io? E voi, pronti?
Di fronte a un tale ricettario di possibilità, mi viene in mente uno dei miei pastrocchi e non resisto a scambiarlo con tutti questi amici, perché è tra amici che ci si sente. Cosa faccio, dunque, per sopravvivere alla noia?
Faccio della mia bici un motorino con molletta da bucato e cartolina e le attacco ai raggi.
E siccome mi piace colorare, l’ho già fatto io!

di Sabina Rizzardi

www.milanox.eu, 11 febbraio 2013
+ Manuale di sopravvivenza alla noia
A prima vista si direbbe un libro per bambini. Da sfogliare, colorare, leggiucchiare.
E in effetti Baruffe pastrocchi ricordi e scarabocchi è anche questo, ma non solo.
Le sue pagine, illustrate da una folta schiera di disegnatori, artisti, creativi si rivolgono sia ai genitori che ai bimbi, abolendo il confine tra bambino e adulto.
La prima parte è un manuale di costruzione di giochi per affrontare l’avventura della crescita da un punto di vista creativo, usando materiali domestici di scarto e insegnando così l’arte del riciclo e del do it yourself ai piccini.
Ci sono piani per autocostruire elmetti di cartone, totem, bambole, robot, casette di biscotti, bolle di sapone, mostri di pezza, astronavi, amuleti magici… Decine di semplici idee con le quali trascorrere pomeriggi di sana creatività senza spendere un soldo, sviluppando fantasia e manualità e dando vita a personaggi e giochi originali.
La seconda parte del libro, da leggere e colorare, raccoglie sogni e racconti d’infanzia di bambini cresciuti, ma non certo invecchiati!
Ogni pagina regala uno stile grafico e narrativo originale ed un’emozione diversa. Questa mirabolante varietà sembra suggerire (a grandi e piccini) che crescere non significa omologarsi ed ingrigirsi, ma sviluppare la propria individualità e il proprio talento.
La schiera degli artisti convolti in questo progetto è straordinaria. Ci stanno dentro: Alice delle Alici • Nicoz Balboa • Mariano Bellarosa • Franco Brambilla • Loredana Bugatti • Fausto Caletti • Mauro Chiesa • Dora Do the Clef • Andrea Echorn • Fabrizio Ferrini • Salvatore Fiorini • Izumi Fujiwara • GGT • Massimo Giacon • Damiano Giambelli • Gabriella Giandelli • Laura Giardino • Monica Gorza • Cecilia Granata • Greta Eta • Julio Roberts • La terra trema • Lemurella • Valeria Maggiani • Gianni Parodi • Robx & Philopat • Nana Pikkett • Shanti Ranchetti • Elena Rapa • Serpica Naro • Giacomo Spazio • Teatro del Corvo • Teatro Pane e Mate

di Pablito el drito

Tags:



I commenti sono chiusi.

Torna su ↑