Premio Dubito 2016



cop_kobane_ne.indd

Kobane dentro 47

Mercoledì 25 maggio 2016 ore 18.00
@ Bottega sociale Zai Saman • Via Saffi 44 • Latina

Nel settembre del 2014 le truppe dell’ISIS sferrano un’offensiva in grande stile verso il cantone di Kobane, territorio kurdo in Siria, assediando e occupando l’omonima città, assunta a simbolo della resistenza contro lo Stato Islamico e il fascismo. Durante l’assedio di Kobane, un giovane free lance riesce ad entrare nella città kurda e a raccontare gli orrori della guerra e del Daesh e l’esperienza di autogoverno della regione della Rojava. Quell’esperienza verrà poi raccolta nel libro Kobane dentro. Diario di guerra sulla difesa del Rojava.
Nel maggio del 2015, l’EZLN organizza a San Cristobal de Las Casas, Chiapas, Mexico, un seminario, o semenzaio, dal titolo Il pensiero critico di fronte all’Idra capitalista. In vista della tormenta che le sentinelle zapatiste vedono in arrivo, decidono di prepararsi e contestualmente di avvisare i fratelli e le sorelle dei cinque continenti per sapere loro cosa ne pensassero. Quell’esperienza è oggi raccolta nel testo omonimo che raccoglie gli interventi della Comandancia zapatista esposti durante il semenzaio.
Storie di resistenza, ribellione e autogoverno solo apparentemente distanti quelle dell’autonomia zapatista e del confederalismo democratico kurdo, capaci di mettere in discussione l’idea di società imposta dal sistema capitalista ridisegnando i rapporti di genere con una critica a fondo del patriarcato e pratiche di emancipazione delle donne, inventando nuove forme di governo del territorio, assumendo come prioritaria l’educazione, trasformando il concetto di lotta armata in autodifesa armata.
Ne parliamo con Ivan Grozny Compasso, autore del libro Kobane dentro e con Vilma Mazza dell’associazione Ya Basta!, cotraduttrice del testo Il pensiero critico di fronte all’Idra capitalista.

Tags:



I commenti sono chiusi.

Torna su ↑