Premio Dubito 2016



grey-antropocene

GREY ANTROPOCENE SHOW – Mostra personale di GGT

Mercoledì 14 dicembre 2011 dalle 19.00
@ Agenzia X – via Atto Vannucci 3 – Milano

Inaugurazione della mostra:
GREY ANTROPOCENE SHOW. Cronache da una nuova era
Mostra personale di GGT
SERIOLIVE
featuring: Esa il funkyprez, Rastea, Katufus (Mambo Lambro)

Nella remota era dell’Olocene, nella lontana città di Sbafogna, a est del ducato di Mangiamangia, regnava la casta degli abbuffoni, così chiamati perché ogni giorno inghiottivano oltre all’hamburger anche i tovaglioli unti e il polistirolo della confezione.
Un giorno, un famoso scienziato soprannominato Naturamorta, s’era accorto che il ketchup era più buono senza le patatine fritte. Una grande scoperta che lo portò sul trono di Sbafogna nel giro di pochi mesi. Dopo di lui, a capo del regno degli abbuffoni arrivarono nell’ordine: Hope, un tipo che sperava di non uccidere le poche piante sopravvissute mangiando solo tetrapack.
I-uto che a colazione, mentre si faceva il té con il concentrato di smog, gridava sempre: “Aiuto, aiuto, qui finiamo nella cacca”.
Per evitare il peggio fu nominato alla presidenza un triunvirato di tipi loschi, i Fuku Fun Club che erano dei potenti imprenditori di cibo in scatola prodotto dalle scorie nucleari.
Fu così che ebbe inizio la nuova era: l’Antropocene*

Ecco chi è GGT, il disegnatore più celebrato dell’Antropocene: arte underground, dipinti, fumetti, sticker, visual, animazioni, murales, oggetti di design. GGT è un produttore di immaginari d’avventura e sventura urbana, un disegnatore da pennelli a base ritmica rilassata, senza l’adrenalina del mordi e fuggi degli spray. Uno stile semplice e diretto, basato sull’utilizzo di colori basici, contornati da tratti spessi e netti. Icone universali, cuori, mostri, corone, bombe, televisioni, aureole. GGT racconta con ironia scanzonata, una serie di situazioni che segnano il quotidiano vivere in una metropoli.

Mi è sempre più chiaro che l’arte non è un’attività elitaria riservata all’apprezzamento di pochi. L’arte è per tutti, anche per i bambini.
Keith Haring

* Antropocene è un termine coniato nel 2000 dallo scienziato Premio Nobel Paul Crutzen per definire l’era geologica attuale, in cui l’uomo e le sue attività sono le principali fautrici delle modifiche climatiche mondiali. Il termine deriva infatti dal greco anthropos, che significa uomo. Questo termine comunque non vuole sostituire, nell’intento dello scienziato, il termine corrente usato per l’era geologica in cui viviamo, l’Olocene, ma definire in modo dettagliato l’impatto che l’Homo sapiens ha sull’equilibrio del pianeta.

Tags:



I commenti sono chiusi.

Torna su ↑